Circolari‎ > ‎

Resto al Sud - agevolazioni per nuove imprese

pubblicato 1 dic 2017, 03:39 da francesco galtieri   [ aggiornato in data 1 dic 2017, 03:39 ]
Dal 15 gennaio 2018 sarà possibile presentare le domande a Invitalia per gli incentivi denominati "Resto al Sud", previsti dal D.L. 91/2017, per incoraggiare la costituzione di nuove imprese nelle Regioni meno sviluppate e in transizione (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) da parte di giovani imprenditori di età compresa tra 18 e 35anni residenti nelle regioni coinvolte dalla misura e che non abbiano beneficiato di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’autoimprenditorialità negli ultimi tre anni.

L’agevolazione, consiste in un finanziamento fino ad un massimo di 50.000 euro per ciascun richiedente. Qualora l’istanza sia presentata da più soggetti in forma societaria, il finanziamento sarà di 50.000 euro a socio fino a un massimo di 200.000 euro a società. Alle società cooperative è data la possibilità di cumulare i finanziamenti con le agevolazioni a valere sul fondo speciale per gli interventi a salvaguardia dei livelli di occupazione di cui all'articolo 17 della Legge n. 49/1985. Il finanziamento è costituito da un 35% a fondo perduto e dal 65% erogato a tasso zero dalle banche aderenti ad apposita convenzione. Il prestito dovrà essere rimborsato in 8 anni (di cui primi 2 anni di pre-ammortamento).

E' consentita la partecipazione alle società finanziate di massimo un terzo di soci che non soddisfino i requisiti anagrafici, purché non siano legati da rapporti di parentela fino al quarto grato con i soci ammessi al beneficio.

Sono finanziate le sole attività imprenditoriali relative a produzione di beni nei settori  dell'artigianato e dell'industria, ovvero relativi alla fornitura di servizi, con esclusione di commercio e attività professionali.